Giovedì, 14 Giugno 2012 21:34

Il Progetto Val d’Astino: dal Monastero all’Agricoltura Biologica

Sabato 23 Giugno, ore 9.45 – 11.15

c/o Urban Center a cura di Slow Food Bergamo

Il Progetto di recupero e valorizzazione del Monastero di Astino e la sua valle, non ha avuto nessuna risposta per decenni e soltanto negli ultimi anni le istituzioni di città e provincia si sono fatte carico di contribuire, con un parziale ma significativo finanziamento, allo sviluppo del Progetto, promosso dalla MIA e direttamente dalla Società Val d'Astino, appositamente costituitasi per realizzare il Progetto stesso.

Nei suoi piani, il Progetto presenta diverse componenti che ne fanno una realtà quasi unica nel suo genere.

Arte, cultura , difesa del Paesaggio, difesa della ruralità, sostenibilità ambientale, agricoltura di prossimità (“Buona, Pulita e Giusta”), “Nutrire la città” (in relazione a “Nutrire il Pianeta” di EXPO 2015), sono temi che tutti assieme si integrano nella visione di un unico Progetto.

Intervengono

Federico Elzi, Presidente Società Val d’AstinoIl Progetto. Destinazione del Monastero e connessioni con EXPO 2015

Domenico Egizi, Leone Bigoni e Mario Rovaris, Referenti tecnici e logistica: La ristrutturazione del Monastero

Gabriele Rinalidi, Direttore Orto Botanico: Il Progetto Culturale

Pasquale Bergamelli, Referente Parco dei colli e Enrico Radicchi, Slow Food Bergamo: Il Piano Agricolo e Didattico

Modera: Elena Ferrario, Cittadinanza Sostenibile

INGRESSO LIBERO

L’evento è associato al “Mercato Agricolo e non solo”, promosso da Mercato&Cittadinanza

Letto 4917 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti